Apragi... storia, orientamento e intenti Stampa

 

L'APRAGI (Associazione per la Ricerca e la Formazione in Psicoterapia individuale, di Gruppo e Analisi Istituzionale) è stata costituita a Torino nel 1985. E' nata dall'iniziativa di psicoterapeuti di orientamenti differenti (gruppoanalitico, psicodrammatico, sistemico), accomunati dall'importanza attribuita alla centralità della relazione e alla formazione, sia in ambito clinico sia negli ambiti culturale, sociale, istituzionale.

Dal maggio 2000, l'APRAGI si caratterizza per una univoca configurazione gruppoanalitica.

L'APRAGI, dal 1986, è membro attivo dello IAGP (International Association of Group Psychotherapy).

Dallo stesso anno è membro della COIRAG (Confederazione delle Organizzazioni Italiane per la Ricerca Analitica sui Gruppi), ed è presente nella Scuola di Specializzazione per psicoterapeuti, riconosciuta con D.M. del 31/12/1993, presso l'Istituto di Torino.

Obiettivi fondamentali dell'APRAGI sono la promozione e lo sviluppo della ricerca sull'analisi individuale e attraverso il gruppo e la formazione di psicoterapeuti.

 

Matrici teoriche

Il modello gruppoanalitico si sviluppa a partire dal filone relazionale della teoria e tecnica psicoanalitica.

A una concezione dell'essere umano fondata prioritariamente sulla considerazione della sua complessità corrisponde il tentativo di pensare e allestire processi conoscitivi e formativi che ambiscono a coniugare rigore e scientificità.

Le matrici teoriche cui l'APRAGI fa riferimento si fondano sulla psicoanalisi classica e ne sviluppano gli aspetti storici e relazionali, attraverso i contributi di W. Bion e di D. Winnicott, per quanto riguarda i processi di conoscenza e la creatività, l'opera di S. H. Foulkes, in special modo sul gruppo gruppoanalitico.

 

La specificità formativa dell'APRAGI

Caratteristica principale della formazione in APRAGI è l'utilizzo del gruppo come strumento formativo privilegiato: il gruppo di formazione favorisce nei partecipanti quel processo di ricomposizione riflessiva dei piani esperienziale e cognitivo dell'apprendimento, considerata passaggio cruciale nel processo formativo stesso.

Accanto a tale caratteristica, una particolare attenzione viene dedicata al tempo della formazione, inteso sia come durata di ciascuna esperienza formativa in relazione con gli obiettivi formativi specifici sia come riflessione sulla complessità dei processi di formazione permanente.

 

Notizie flash

Incontri del lunedì

Il prossimo incontro si svolgerà

il 25 SETTEMBRE, ore 21

presso la sede di Arcipelago
in via Beuamont, 2.

Tutti gli appuntamenti qui

 

APRAGI...dal 1985

Scopra cosa APRAGI ha fatto nei suoi trent'anni di attività cliccando qui.

Anche in English version